Matteo Di Francesco

Nato ad Avezzano (AQ) nel 1980, inizia gli studi musicali all’età di sette anni.

Studia percussioni presso il conservatorio “A. Casella” di L’Aquila, sotto la guida del M° Gianluca Ruggeri, con ottimi voti e contemporaneamente batteria a Roma nel “DRUM STUDIO” del maestro Ettore Mancini (direttore della facoltà di batteria nell’Università della musica di Roma).
Frequenta seminari di batteria con il maestro Franco Rossi, con Fabrizio Sferra, di tecnica di batteria con Gary Chaffee e con Lele Melotti e Rosario Jermano. Studia contemporaneamente batteria e ritmi cubani con Emanuele Smimmo e timbales con Paulo La Rosa.
A Cuba perfeziona i ritmi afro-cubani con José Eladio e con José Luis Quintana, meglio conosciuto come Changuito.

Studia a New York city, presso il Drummers Collective, riportando il massimo dei voti.
Al ritorno dagli USA con Giovanni Imparato, Raul Scebba e Carlo Di Francesco, forma il gruppo “bata-rumba” di musica tradizionale cubana.
A 16 anni realizza una trentina di concerti per la regione Abruzzo con la “Jazz on band”. Con la stessa partecipa al Classica Jazz festival ’96 ed al Jazz festival’96 di Palermo. Contemporaneamente ha l’occasione di collaborare con il musicista JOHN RAMSAY. Suona con gli “Odissea”, gruppo “spalla” dei NOMADI e di Federico Poggipollini (chitarrista di Ligabue). Nel luglio 2001 si esibisce ad “Arezzo Wave”. Collabora in studio con gruppi e cantanti emergenti. Attualmente collabora con la ditta Aramini – strumenti musicali, come “master drum”. Suona come batterista nella Testaccio Jazz orchestra di Roma.